Sunday - 13th of June 2021
Check the Latest News!

www.londonpelli.it

Add Your Slogan Text Here

Il Negozio PDF Stampa

La Pellicceria Londonpelli si attiene rigorosamente ai principi dettati dalla Convenzione di Washington, un accordo internazionale che prevede la piena tutela dei diritti degli animali, senza per questo trascurare i diritti degli uomini. Usiamo per la maggior parte pelli che provengono da allevamento e solo una piccola percentuale (IL 5%) sono di origine selvatica: anche queste ultime però sono esclusivamente quelle che si possono trovare sul mercato e quindi appartengono a specie animali non in pericolo di estinzione. Anche se d’acchito può apparire strano, la caccia, purchè attenta e selettiva, è fonte di equilibrio e di buona gestione dell’habitat. Un numero troppo elevato di animali, infatti, non può vivere in zone naturali rese ristrette dall’agricoltura e dall’urbanizzazione: sta all’uomo, perciò, intervenire sulle specie selvatiche regolamentandone l’espansione. E’ comunque nell’allevamento che la pellicceria trova la maggiore fonte di materia prima. Le forme più difuse di allevamento sono due : quello in fattorie, praticato nei Paesi Scandinavi, in alcune parti dell’Ex Unione Sovietica e nell’America del Nord oppure quello allo stato brado, difuso sempre nel’ Ex Unione Sovietica, in Afganistan e in Namibia.

 

Gli animali da pelliccia allevati su alta scala sono i visoni le volpi, i cincilla, le nutrie, le puzzole, i finraccoon, zibellini e le pecore Karakul.

Gli allevatori da pelliccia sono spesso agricoltori che anno scelto di diversificare la propria attività: essi dedicano maggior tempo all’allevamento durante l’inverno, periodo in cui è minore l’attività dei campi, per riservare i mesi estivi alla cura della terra.

 
pict0017.jpg